crociere isole tremiti


CAICCO ESAT

Il Caicco Esat è di proprietà della società Neverland snc,i cui titolari sono tremitesi nativi e che dal 2009 organizzano crociere alle isole Tremiti e Gargano con la loro imbarcazione. L’essere tremitesi è il punto di forza di questa società ed una garanzia per i nostri ospiti di poter contare sui padroni di casa per vivere al meglio la propria esperienza alle Isole Tremiti. Pinuccio Santoro e Michele Santoro sono i responsabili di bordo e proprietari dell’imbarcazione, Gennarino Santoro è lo chef di bordo nonché espertissimo uomo di mare. Angela, la moglie di Pinuccio, cura la parte organizzativa. Completano l’equipaggio il comandante, munito di abilitazione yacht master GT 200, l’hostess di bordo ed un marinaio. Il Caicco Esat batte bandiera inglese ma la proprietà è una società italiana.

 


LE ISOLE TREMITI

Situate a 12 miglia marine a nord del promontorio del Gargano, sono un arcipelago del mare Adriatico composto da tre isole maggiori: San Domino situata nella zona più meridionale, denominata “Orto del Paradiso”, in cui vi è una estesa e fitta pineta di pini d’Aleppo e macchia mediterranea, una costa frastagliata ricca di strapiombi, suggestive calette e numerose grotte. San Nicola, famosa per il suo centro storico, religioso ed amministrativo, sulla cui sommità sorge il pittoresco abitato e l’imponente Abbazia di S. Maria a Mare. Capraia, conosciuta per la coltivazione delle piante di capperi, caratterizzata da rocce granitiche dai colori più variegati e da caratteristici archi in roccia, detti “architielli”. Più distanti vi sono Cretaccio e Pianosa che rappresentano due isolotti disabitati ricchi di leggende. Ciò che le contraddistingue e le rende rinomate sono le numerose grotte, le calette tranquille, le suggestive rocce, le acque cristaline, i fondali incantevoli e l’aria pura. Secondo la leggenda le isole furono avvistate dopo una tempesta da Diomede, eroe greco, reduce della guerra di Troia. Si racconta che fu lui a portare da Troia tre grossi massi che, gettati in mare, diedero origine alle isole Tremiti, o meglio alle Diomedee come lui stesso le battezzò. Quando morì, in un duello fratricida con Aleno, fu sepolto sull'Isola di San Nicola ma della sua tomba oggi non si sa nulla di certo. Si dice anche che i suoi compagni siano stati trasformati da Afrodite in diomedee, i grandi uccelli simili agli albatri, i quali la sera, durante le notti senza luna, piangono la morte del loro condottiero. Siamo a vostra disposizione in qualsiasi momento per soddisfare al meglio le vostre richieste e chiarimenti:

 

Angela 333-5309096
Pinuccio 331-5804657